Google interessata all'acquisto della divisione smartphone di HTC?

Google interessata all'acquisto della divisione smartphone di HTC?

Stando a diversi report pubblicati da media asiatici, Google potrebbe acquisire a breve la divisione smartphone di HTC. L'operazione potrebbe concretizzarsi a breve e si tratta di una grossa opportuntà nella quale Google vede la possibilità di sfidare direttamente Apple e Samsung come azienda produttrice di dispositivi mobili.


 

Ovviamente a parole il tutto è molto semplice ma lo scenario che va a configurarsi va analizzato sotto diversi punti di vista per comprendere pienamente le ragioni che spingono Google ad acquisire HTC.
Prima di tutto cominciamo con il dire che laa situazione di HTC non è rosea. Da anni attraversa una vera e propria crisi economica. Dopo essere stata grande protagonista dei primi anni del fenomeno smartphone, l'azienda taiwanese non ha saputo tenere il passo delle diretti concorrenti. Questo per alcune scelte rivelatesi fallimentari e per una disponibilità finanziaria molto differente rispetto a colossi come Samsung e Huawei.


Ciò nonostante le vendite del nuovo top gamma U11, che in meno di 1 mese sul mercato ha superato i risultati fatti registrare dai predecessori HTC 10 e One M9, sono molto incoraggianti anche se l'azienda di Taiwan continua a stentare negli utili netti e, soprattutto, a recuperare quota di mercato. Questo ha portato la presidentessa Cher Wang a scusarsi pubblicamente con gli investitori. Di pari passo un report di Bloomberg evidenzia la sensazione che HTC non ha i mezzi finanziari per risollevarsi in ambito smartphone.
Eco la ragione che porterebbe HTC a cedere a Google la divisione smartphone a Google. Non dimentichiamoci che HTC collabora con Google da anni. Infatti è proprio HTC a commercializzare il primo dispositivo con a bordo Android, così come è stata la società a cui Google si è rivolta per produrre lo storico Nexus One, esattamente come sta accadendo in questi ultimi due anni con i Pixel.


Da parte sua Google non fa mistero di voler entrare nella battaglia tra le aziende produttrici di smartphone. Non a caso, i Pixel di prima generazione sono stati sostenuti, almeno negli Stati Uniti, da una campagna pubblicitaria mai vista con i Nexus.

Peccato che la commercializzazione dei Google Pixel sia proseguita a singhiozzo, specie al di fuori degli Stati Uniti. Questo fa anche facilmente comprendere la politica di Google in ambito smartphone che risulta poco coerente. Basti pensare all'operazione di acquisizione di Motorola, ceduta successivamente a Lenovo, oppure ai problemi di reperibilità sul mercato che hanno spesso caratterizzato i Nexus.
Pertanto sembra che l'acquisizione di HTC sia l'unica potenzialità per competere con Apple e Samsung, senza considerare la continua avanzata dei brand cinesi.

Ad ogni modo, le due aziende, per adesso, non hanno commentato la situazione, anche se l'evento di presentazione dei Pixel 2 potrebbe essere l'occasione giusta per fornire dettagli in merito.

comments powered by Disqus