RIM concede al governo indiano di monitorare i messaggi scambiati tra smartphone BlackBerry

Il Wall Street Journal conferma come RIM ha recentemente deciso di facilitare il controllo da parte delle autorita' indiane per i messaggi scambiati tra smartphone BlackBerry. Come ricordiamo da un nostro articolo, e' quasi un anno che l'India chiede a RIM di avere la possibilita' di monitorare i messaggi scambiati tra palmari BlackBerry nel suo territorio.

RIM ha concesso al governo indiano la decrittazione delle comunicazioni che circolano su BlackBerry creando una struttura ad hoc a Mumbai per affrontare le specifiche richieste delle autorità locali. Tuttavia, mentre l'India ha preso atto degli sforzi di RIM, si preferisce procedere con la decodifica dei messaggi in modo autonomo ed indipendente senza l'aiuto del produttore di smartphone canadese. Questo per quanto riguarda il servizio BIS, mentre per le comunicazioni tramite smartphone che si appoggiano ad un servizio BES ancora non e' stata trovata una soluzione.

In un suo comunicato ufficiale RIM ha sottolineato come “l'India applica una politica di sicurezza in modo coerente per tutti i produttori di telefoni e fornitori di servizi. Il che significa che RIM non dovrebbe essere diversa da ogni fornitore." Infatti, secondo un comitato di esperti indiani, altre società di servizi (VoIP, social network), anch'esse del Nord America, sono nel mirino delle autorità indiane.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[via]

comments powered by Disqus