Come usare il calendario del PlayBook

L'applicazione Calendario del BlackBerry PlayBook e' stato rivisitata come del resto allo stesso modo sono state riviste tutte le applicazioni PIM del tablet di RIM. Questa nuova versione del  calendario sfrutta appieno l'esperienza di Tungle.me che RIM ha acquistato qualche tempo fa. Il look è completamente diverso e rinnovato. Sul lato sinistro dello schermo è possibile scegliere se si desidera la visualizzazione per coprire la settimana oppure un mese. All'interno della settimana è possibile scegliere di visualizzare un appuntamento oppure l'ordine del giorno o un solo giorno.

Il calendario del PlayBook si integra con i calendari di Facebook, Gmail e Hotmail non appena abbiamo settato il tutto sul tablet. Tra le cose che si notato immediatamente sono i caratteri che cambiano a seconda di quanto fitto di appuntamenti sia un giorno. Piu' una giornata ci vede impegnati e piu' grande sara' il carattere del giorno del calendario. Questo aggiunge una certa profondità al calendario e ci consente di sapere in quali giorni concentrarsi per la maggiore.

Cominciamo a dire che una cosa non ci piace del calendario del PlayBook. La mancanza di  sincronizzazione tra il calendario dello smartphone BlackBerry ed il calendario nativo del tablet. Per chi come noi utilizza entrambi e' una funzione che non dovrebbe assolutamente mancare.  Sarebbe fenomenale poter aver questo attraverso il BlackBerry Bridge in grado di sincronizzare i calendari. Non sarebbe male dato che gli appuntamenti Gmail, Hotmail e Facebook appaiono splendidamente sincronizzati.

Strisciando in giu' dalla cornice superiore del PlayBook è possibile vedere tutti i calendari disponibili e scegliere quale mostrare. Andando nelle impostazioni abbiamo l'imbarazzo della scelta. Possiamo scegliere quando si inizia/finisce un lavoro, la durata della riunione predefinita, il promemoria della riunione di default e molto altro ancora. Sotto le preferenze del calendario si può anche personalizzare il colore degli eventi da diversi calendari.

La visualizzazione del giorno si puo' facilmente attivare/disattivare quando siamo all'interno della settimana da cui entriamo cliccando il secondo tasto in alto a destra sotto la data odierna. Premendo il terzo possiamo attivare la vista mese. Quando siamo all'interno della settimana la vista dei nostri appuntamenti è ottima ed e' possibile visualizzare gli appuntamenti in dettaglio. Lo stesso dicasi per la settimana ed il mese che possiamo scorrere spingendo le pagine lateralmente da destra verso sinistra.

Quando si crea un evento sono disponibili le opzioni per scegliere se si tratta di un evento normale o privato. È possibile contrassegnare la propria disponibilità come disponibile, provvisorio, occupato o fuori sede. È anche possibile aggiungere un luogo. L'applicazione del calendario è sincronizzata con i nostri contatti permettendo di condividere l'evento con un altro contatto.

L'integrazione dei contatti è probabilmente l'aspetto più importante del calendario del PlayBook. E' un piacere per gli occhi e l'applicazione è molto divertente da usare. Questo più o meno vale per tutte le applicazioni native PIM. L'interfaccia utente e' naturale e molto buona. Alcuni passaggi sono piacevoli e funzionali anche se non e' possibile utilizzarlo in modalita' verticale.

Nel complesso si tratta di un ottimo calendario. L'interfaccia è professionale. Il layout è funzionale e chiaro e la sincronizzazione è fondamentale. Questa applicazione nativa si sforza di integrare i nostri messaggi e contatti per migliorare l'esperienza complessiva.

Come tutte le applicazioni native PIM che abbiamo visto con l'avvento del firmware PlayBook 2.0, la produttività e la sincronizzazione sono eccelsi. L'approccio e' intuitivo e speriamo che RIM lo potenzi in futuro con un'interfaccia creata tramite Cascades per dare quel tocco in piu' ad un calendario gia' di per se' ottimo.

comments powered by Disqus