John Chen, BlackBerry ha dato la chiave di decodifica alla polizia canadese

Ha fatto molto discutere la notizia secondo la quale dal 2010 la polizia canadese era in possesso delle chiavi di lettura dei messaggi PIN-TO-PIN inviati tra smartphone BlackBerry. L'attuale CEO John Chen ha voluto intervenire a proposito attraverso le pagine del blog BlackBerry per dare qualche notizia in più. Una smentita penseranno alcuni di voi ? Diciamo subito di no, anzi.

John Chen, BlackBerry ha dato la chiave di decodifica alla polizia canadese

BlackBerry afferma che l'assistenza data alla polizia canadese ha permesso di smantellare una grande organizzazione criminale ed, ad ogni modo, il server BES non è mai stato coinvolto in quanto rimane impenetrabile.

A tal proposito John Chen ha voluto affermare come:

“Per BlackBerry, c'è un equilibrio tra il fare ciò che è giusto come aiutare a catturare i criminali e prevenire l'abuso del governo di invadere la privacy del cittadino. Anche quando ci siamo rifiutati di dare al Pakistan l'accesso ai nostri server, siamo stati in grado di trovare questo equilibrio anche se i governi ci hanno spinto a cambiare i nostri motivi etici. Nonostante le pressioni, la nostra posizione è stata irremovibile e le nostre azioni sono la prova che ci impegniamo a principi di sintesi.”

Sta di fatto che a molti utenti non sono piaciute queste uscite dove alla polizia sono state consegnate le chiavi per decodificare migliaia di messaggi oppure di come BlackBerry abbia consegnato alla magistratura migliaia di messaggi che dovrebbe essere cifrati. Ad ogni modo è interessante vedere John Chen riconoscere l'incidente pubblicamente e fornire una spiegazione a tutti.

 

[via]

comments powered by Disqus