Preoccupazione per il destino di RIM e degli smartphone BlackBerry 10

Dopo la presentazione dei dati finanziari, il CEO Thorsten Heins ha voluto rispondere ad alcune domande degli investitori istituzionali e della stampa specializzata preoccupata per il destino di RIM dopo la peggior trimestrale di sempre. Una delle prime affermazioni e' relativa al lancio dello smartphone BlackBerry 10 procrastinato di sei mesi. Tutti noi, seguendo le voci che stanno intorno a questo terminale, ce lo aspettavamo per la meta' di agosto 2012 ed invece sara' presentato nel primo trimestre 2013. Ad onor del vero dobbiamo dire che Heins ha sempre confermato il lancio del BlackBerry 10 nella seconda meta' del 2012 senza mai specificare un mese preciso. Questa decisione, difficile da accettare, si deve alla transizione dall'attuale piattaforma alla nuova BB10 ed alla volonta' di Heins di voler far arrivare sul mercato “uno smartphone focalizzato sulla qualità e l'affidabilità e che sia eccezionale".

Preoccupazione per il destino di RIM e degli smartphone BlackBerry 10

Accanto a questo Heins ha fatto sapere alla stampa come moltissimi vettori mondiali hanno preferito questo ritardo per non sovrapporsi ed uscire quasi in contemporanea con altri dispositivi come il nuovo iPhone Apple. Crediamo si tratti di giustificazioni che lasciano il tempo che trovano di chi ha un hardware pronto da un po' ma con un sistema operativo che ancora deve essere completato. Da sottolineare che anche se la piattaforma BB10 fosse pronta per l'inizio del 2013, RIM avra' fatto una corsa contro il tempo tenendo in considerazione che Apple ci mise quasi 3 anni per preparare l'attuale piattaforma.

Chiaramente non stiamo cercando scusanti perche' i dati finanziari presentati sono i peggiori di sempre con l'annuncio di tagli per quasi 5.000 dipendenti, di cui 2.000 intorno al mondo. L'unica nota positiva è che la disponibilità di cassa è salita a 2,2 miliardi di dollari, rispetto ai 2,1 miliardi di dollari del trimestre precedente. Troppo poco tenendo in considerazione che si dovranno affrontare delle altre trimestrale simili a quella dei giorni scorsi in mancanza del lancio del BlackBerry 10.

Preoccupazione per il destino di RIM e degli smartphone BlackBerry 10

Heins ha anche confermato una sana razionalizzazione dell'offerta degli smartphone BlackBerry 10 composta da un dispositivo full touchscreen ed un altro con tastiera QWERTY come illustrato in questo nostro articolo. Subito dopo i rumors e le voci sul destino di RIM e degli smartphone BlackBerry non sono mancate. Ci ha pensato il Director of Android User Experience di Google ad aprire le danze confermando come sarebbe felice se RIM “volesse lavorare su un dispositivo Android visto le grandi cose che sanno fare con le tastiere fisiche". Poi e' stato il momento di Reuters che ha confermato come un paio di mesi fa il CEO di Microsoft Steve Ballmer si era avvicinato a RIM cercando di convincere il management ad adottare il sistema operativo Windows Phone 8. Proposta subito declinata da parte del Board di RIM con la precisazione di voler proseguire il cammino già previsto con BlackBerry 10 e di non voler perdere l'indipendenza con un proprio OS.


Questo e' quanto e' emerso durante e dopo la presentazione dei dati finanziari. Difficile dire di non essere delusi. Molti di noi utenti BlackBerry attendevano il BlackBerry 10 entro l'autunno 2012. Ora e' confermato per il primo trimestre 2013. Se questo volesse dire gennaio 2013 non e' poi così male ma si tratta di una nuova piattaforma, di un nuovo OS e di una nuova pagina per RIM e molto probabilmente l'asticella dovra' essere spostata piu' avanti verso la fine di marzo 2013. Cioe' tra ben 9 mesi che, per chi non e' avvezzo di tecnologia, sa che si tratta di un'eternita'. Comprensibile e rispettabile la posizione di Heins di voler mettere sul mercato uno smartphone perfetto, vincente e convincente ma difficile che molti degli attuali 78 milioni di utenti BlackBerry aspetteranno tutto questo tempo. Da parte sua RIM sa che puo' ancora tergiversare forte di una liquidita' di 2,2 miliardi dollari ma il tempo stringe e non gioca a suo favore.

Preoccupazione per il destino di RIM e degli smartphone BlackBerry 10

Anche noi che seguiamo assiduamente da anni le dinamiche interne a RIM siamo in difficolta' nel dare giudizi a questa situazione. E' probabile che la si possa vedere con due prospettive. La prima, se vogliamo essere negativi, ci dice che RIM sta lentamente implodendo su se' stessa. La seconda, positiva, e' che il nuovo CEO, la nuova riorganizzazione interna, la nuova piattaforma e la razionalizzazione dei dispositivi hanno bisogno di piu' tempo di quello che il Board pensava ma stanno mettendo le basi per un nuovo futuro. Dobbiamo aspettarci delle altre trimestrali che saranno un “bagno di sangue” sia per la pressione degli investitori che per quella della stampa specializzata. Noi, come utenti BlackBerry, ci aspettiamo i nuovi smartphone BlackBerry 10 che possano darci quello che RIM dava qualche anno fa: innovazione, qualita' e affidabilita'.

comments powered by Disqus