Airbag moto: la tecnologia che salva la vita

Airbag moto: la tecnologia che salva la vita

La sicurezza in moto non è mai troppa. Molti i pericoli che il centauro amatoriale o professionista può correre, ecco perchè la tecnologia ha trovato il modo di porre rimedio, creando quelli che vengono chiamati airbag moto, dispositivi di sicurezza che possono essere elettronici o manuali e che sono integrati nei gilet o nei giubbotti tecnici.

Non si tratta di una dotazione obbligatoria e ci sentiamo di dire “purtroppo”, ma comunque è un accessorio che in caso di incidente può davvero salvare la vita alla persona che lo indossa, allo stesso modo in cui lo fa il casco, che invece è previsto obbligatoriamente dalla legge. Altro discorso invece, occorre farlo per i piloti professionisti, che dal 2018 hanno inserito gli airbag nelle loro tute.

Ad ogni modo, gli airbag non sono gli unici accessori da moto di cui potrai valutare l’acquisto, collegandoti al sito: http://www.sbk-italia.it/ troverai molti spunti.

Airbag da moto: cosa sono

Gli airbag da moto sono dispositivi di sicurezza integrati nel gilet o nei giubbotti tecnici e che si attivano in caso di incidente per proteggere parti vitali del corpo del centauro, come la colonna vertebrale. Dal 2018 questi dispositivi sono obbligatori per i piloti professionisti che corrono nella MotoGp e nella SBK, mentre non lo sono per i centauri da strada. Senza dubbio sono profondamente raccomandati, per via della loro efficienza in caso di incidente.

Come funzionano

L’attivazione dell’airbag avviene al momento dell’urto, a seguito del quale si gonfiano per proteggere il corpo dallo scontro con un altro mezzo, oppure con l’asfalto. Sostanzialmente l’utilizzo che se ne fa non è diverso da quello che avviene nelle macchine, la differenzia sostanziale è che in moto non sono integrate al veicolo, ma sono all’interno degli indumenti tecnici che il motociclista può o meno indossare.

L’attivazione degli airbag avviene in un lasso di tempo che si misura in millisecondi e avviene solo ed esclusivamente nel caso in cui se ne presenti il bisogno.

Airbag moto: le tipologie

Ti abbiamo parlato di pochi millesimi di secondi per l’attivazione e proprio questi determino la qualità degli airbag. Ma la cosa che più differenzia un prodotto da un altro è la capacità di identificare la tipologia di incidente. Per permette questo vi sono 2 tipologie diverse di inneschi che si attivano a seconda della sollecitazione che gli airbag ricevono.

Secondo questo aspetto gli airbag da moto si dividono in quelli ad:

  • Attivazione meccanica: che prevedono un cavo che li collega alla moto e si attivano nel momento in cui l’urto spinge il corpo lontano dal mezzo e il cavetto si stacca innescando la cartuccia di CO2 che fa gonfiare il cuscino protettivo;
  • Elettronica:con sensori che rilevano i dati di guida e li inviano alla centralina che analizzando i dati determina la pericolosità della situazione decidendo o meno per l’innesco.

Quale scegliere

Ma quindi qual’è il miglior airbag da moto che è possibile scegliere? Come ti abbiamo accennato non di tratta di una dotazione obbligatoria come lo è il casco, ma una volta che avrai determinato l’importanza di questi dispositivi potrai valutarne innanzitutto il prezzo, considerando che i modelli più costosi possono arrivare a costare anche fino a 1000 euro, anche se con 250 euro puoi avere un ottimo prodotto.

Gli airbag meccanici possono essere ripristinati automaticatimente, ripiegando il cuscino e sostituendo la cartuccia in piena autonomia. Gli airbag elettronici devono essere ripristinato dal produttore. Valuta inoltre il comfort, ricorda che dovrai indossarlo durante i tuoi viaggi in moto, e in genere i dispositivi meccanici sono i più leggeri.

Infine non dimenticare la sicurezza e considera che l’innesco degli airbag elettronici è molto più veloce del meccanico, ma si parla sempre di frazioni di secondo.