Dating online: com’è cambiata la ricerca dell’amore negli anni

Dating online: com'è cambiata la ricerca dell'amore negli anni

Il dating online è la frontiera delle nuove conoscenze, amorose o sessuali che siano.

È un mondo relativamente nuovo, che sta facendo balzi da gigante in avanti, divenendo sempre più parte integrante della nostra quotidianità.

Frasi del tipo “Sai, ho trovato l’amore in rete” fino ad un decennio fa lasciavano un po’ basiti, col naso arricciato i benpensanti tradizionalisti. Oggi, invece, non c’è più stupore in un’affermazione del genere e, anzi, solitamente la risposta è “Davvero? Mi dici qual è il sito che mi iscrivo anch’io?”.

Tempi moderni, anzi contemporanei. Tempi in cui conoscersi online è un modo come un altro, ovvio non quello esclusivo, di trovare l’anima gemella o anche solo un accompagnatore per una sera.

Come fare nuovi incontri online

Certo si fa presto a dire dating online. Non è la mecca dell’amore, per molti aspetti o, almeno, non lo è se ci si approccia a piattaforme discutibili.

I siti di incontri hanno paletti rigidi in termini di privacy e sicurezza, così come di gestione dei vari profili e delle varie cose pubblicate. Solo chi mantiene un certo standard, può offrire un servizio eccellente e consentire davvero di trovare iscritti interessanti ed interessati. Tutto il resto è fuffa come si può leggere in questo articolo dove c’e’ un excursus sui migliori siti di incontri gratis e a pagamento sul sito lanottedivenere.it.

Dunque, l’attenzione principale deve essere quella relativa alla piattaforma giusta per conoscere donne in rete (o uomini). Una volta sancito ciò, la strada è tutta in discesa: ci si iscrive e via, si cominciano a spulciare i profili dei vari iscritti che possono avere delle affinità con noi.

Poi, chiacchiere a gogo, qualche videochat o telefonata, fino al fatidico primo appuntamento.

Il dating online è sicuro?

Sì, lo è. Torniamo al discorso di poc’anzi: trovare la piattaforma giusta, vuol dire già assicurarsi un alto livello di sicurezza per la propria privacy e per i propri dati sensibili.

Resta poi al singolo comportarsi non dissimilmente da come farebbe con una persona incontrata al bar. Dunque, no a foto compromettenti, né all’invio di dati sensibili o di soldi: anzi, se si presenta una di queste due situazioni, segnalate immediatamente il profilo all’amministrazione del sito.

Per il resto, conoscersi online è solo un modo diverso e più rapido di trovare una persona con la quale condividere momenti speciali e, perché no, magari anche sposarsi!

Stando alle statistiche, le coppie che nascono online tendono ad essere più solide e longeve di quelle conosciutesi alla maniera tradizionale.

Cosa c’era prima del dating online?

Sì, il titolo è un po’ provocatorio, ma lo facciamo per gioco.

Complice anche la pandemia, a volte sembra che tutto ciò che sia accaduto prima del 2020 sia talmente lontano da essere non più familiare, quasi dimenticato. A ciò si aggiunge il cambio repentino delle abitudini, favorite da dinamiche sempre più rapide, in continua evoluzione.

In quest’ambito rientrano, per molti versi, anche le relazioni sentimentali.

I siti di incontro e le app di dating online sono il nostro contemporaneo, ciò che maggiormente rappresenta il momento e con le quali abbiamo parecchia (o totale) dimestichezza. Complici anche gli eventi degli ultimi mesi, è più facile che ci si metta con lo smartphone alla mano per conoscere qualcuno, anziché andare per locali o chiedere agli amici di presentarci qualcuno.

Al di là dell’estremizzazione isolazionista del momento, queste piattaforme per conoscersi online sono figlie dei nostri tempi, in generale: pratiche, veloci, affidabili, ricche di possibilità.

Pensate a prima, a quando l’approccio era selvaggio al bar o addirittura in strada (oggi lo chiamiamo catcalling), o quando si pregavano Tizio e Caio per farci presentare quell’amico/a bellissima.

E pensate ancora ai nostri nonni, o forse bisnonni, che dovevano trovare l’amore (beh, meglio dire qualcuno) a giro stretto, prima di un certa età. Che magari non avevano neanche la possibilità di uscire una volta da soli, prima di sposarsi. O, ancora peggio, pensate ai matrimoni per procura. In tutti questi casi, praticamente, ci si sposava con uno sconosciuto visto in foto e, per quelli più “fortunati”, sentito una o due volte al telefono.

Conoscersi online, avere tempo per parlare, per vedersi liberamente rappresentano vantaggi essenziali ed imprescindibili, che ci aiutano a trovare la giusta dimensione personale, oltre che la persona adatta a noi. E tutto ciò non ha prezzo.