Grimes e la ninna nanna creata con l’intelligenza artificiale

Grimes e la ninna nanna creata con l'intelligenza artificiale

Grimes sta già immaginando un mondo senza esseri umani.

L’artista di origini canadesi, nata come Claire Elise Boucher, che di recente ha deciso di cambiare il proprio nome all’anagrafe come “C“, simbolo della velocità della luce, ha deciso di proiettare i suoi progetti verso il futuro.

Penso che l’intelligenza artificiale possa sostituire gli umani.

Non appena l’intelligenza artificiale inizia a impegnarsi, mette la responsabilità su tutti noi di essere esseri umani migliori, perché sapete, l’umanità, tra 10.000 anni, potrebbe essere scomparsa da tempo. […] E questa potrebbe essere l’unica coscienza nell’universo. Quindi probabilmente conta molto quello che gli diamo da mangiare.”

L’arsenale di Grimes comprende una grande varietà di generi e ispirazioni, che vanno dalla musica elettronica a quella medievale, senza però mai essere “categorizzata” in un genere preciso.

Nel 2019, infatti, Grimes ha creato una petizione per riconoscere l’ethereal come un vero e proprio genere, più vicino al suo stile musicale ricco di post-produzione, riverberi e loop.

Dopo la nascita di suo figlio, X Æ A-XII, avuto con l’imprenditore sudafricano Elon Musk, Grimes ha allargato i propri orizzonti verso il mondo delle ninna nanne.

L’artista, infatti, ha dichiarato di aver deciso di collaborare con Endel, un app che utilizza l’intelligenza artificiale per creare soundscapes in continua evoluzione, poiché cercava una soluzione alternativa, e artistica, ai rumori bianchi.

Quando si ha un bambino, si usano sempre macchine per il rumore bianco, […] È molto più facile farli addormentare se li alleni con un qualche tipo di situazione audio. E così ho pensato: “Potrebbe essere più artistico?”.”

Chiamata “AI Lullaby“, è scientificamente creata per aiutare bambini, e adulti, a dormire meglio.

I suoni vengono processati dalle tecnologie di Endel Pacific per adattarsi in tempo reale al luogo, tempo meteorologico e l’esposizione alla luce naturale.

Crea un ambiente sonoro in tempo reale sul posto, sul dispositivo, personalizzato per voi, basato su una serie di input. L’algoritmo che abbiamo creato – prende l’ora del giorno, il tempo, la frequenza cardiaca, il movimento, inserisce tutti questi input nell’algoritmo. E crea quel paesaggio sonoro personalizzato per te in tempo reale.”