19/08/2022

Tech & Blackberry Italia News

App, smartphone, digital: la miglior tecnologia a portata di mano

Creare un’app: ecco cosa fare

Creare un'app ecco cosa fare

Se almeno una volta nella vita il pensiero di creare un’app ti è balenato nella mente, allora questo articolo fa proprio al caso tuo. Creare un’applicazione non è certamente facile, infatti si necessità di molta concentrazione, dedizione e impegno, ma con il giusto quantitativo di studio non sarà difficile raggiungere il proprio obiettivo.
Prima d’iniziare bisogna però conoscere alcune informazioni base sulla programmazione di un’app. Per creare un’applicazione bisogna essere a conoscenza del linguaggio base di programmazione anche in minima quantità. I sistemi attualmente più diffusi, e quindi quelli da conoscere, sono Java e XML per Android e Swift e Objective-C per iOS.
Prima di iniziare a progettare la propria applicazione bisogna dunque concentrarsi sullo studio dei vari linguaggi di programmazione attraverso libri di testo o tutorial specifici (consultabili online). Dopo aver appreso questi linguaggi di programmazione allora potrete iniziare a metterli in pratica attraverso software creati appositamente per lo sviluppo di applicazioni.
Se volete saperne di più sullo sviluppo di app per mobile potete consultare questo sito: https://shopping-plus.it/sviluppo-app-mobile/

Come creare un’app per Android

Per sviluppare un’app per Android si può fare riferimento ad Android Studio, uno strumento fornito direttamente da Google e che permette di sviluppare facilmente delle applicazioni pensate per mobile. Questo metodo è totalmente gratuito e può essere usato su Windows, ChromeOS, Linux e macOS. Per utilizzare questo strumento se ne dovrà effettuare il download direttamente dal sito internet del programma: una volta completato sarà sufficiente aprire il file per installare il programma. Dal momento che download viene avviato basterà aspettare che venga completata l’installazione delle ultime componenti necessarie per il corretto funzionamento di Android Studio prima di procedere con l’utilizzo dello strumento operativo. L’utilizzo del programma è semplice e intuitivo, ma in ogni caso sul web si possono trovare molti tutorial che ne spiegano l’utilizzo. Una volta concluso il progetto potrete semplicemente salvarlo e recuperarlo in caso vogliate fare delle modifiche.

Come creare un’app per iOS

Lo strumento più adatto per creare un’app per iOS è senza ombra di dubbio Xcode, una soluzione resa disponibile dalla stessa Apple e che permette di sviluppare applicazioni per iPad e iPhone in modo semplice. In questo strumento è anche integrato un comodo e pratico emulatore che permette di testare il corretto funzionamento di applicazioni e siti Internet. Grazie a questa funzione sarà dunque possibile vedere come risulterà l’applicazione una volta installata su un iPhone o un iPad e se ne potrà controllare il funzionamento. Anche questo strumento operativo è gratuito, tuttavia può essere utilizzato unicamente su macOS.
Per installare correttamente Xcode sul vostro Mac vi basterà accedere alla sezione del Mac App store e cercare questa applicazione, successivamente sarà sufficiente selezionare installa e attendere che venga inserita sul vostro computer. Una volta completato il download potrete aprire l’applicazione ed inserire la password di amministrazione del vostro Mac che avvierà il processo di installazione delle componenti fondamentali dell’app. Una volta che l’operazione sarà completata potrete iniziare a creare il vostro primo Xcode project ed iniziare a sviluppare il contenuto dell’app. Una volta finito vi basterà salvare e riprendere sottomano il vostro progetto se riterrete necessarie delle modifiche.

Costi di pubblicazione delle app

Pubblicare la propria app sulla piattaforma mobile di proprio interesse è fondamentale proprio per avere qualche guadagno, ma quali sono le tariffe di pubblicazione?
Per Android la pubblicazione avviene sul Play Store. Per poter pubblicare la propria app bisogna creare un account sviluppatore a cui va associato un account Google: l’operazione ha un costo di 25$.
Per iOS la pubblicazione avviene sull’App Store attraverso un account sviluppatore che ha un abbonamento annuale di 99$.