29/11/2022

Tech & Blackberry Italia News

App, smartphone, digital: la miglior tecnologia a portata di mano

Le migliori cose da fare a Venezia con un budget limitato

Le migliori cose da fare a Venezia con un budget limitato

La splendida città lagunare, nonché capoluogo del Veneto, è una tra le mete turistiche più popolari. Si tratta di una località che ogni anno attira milioni di turisti, un aspetto che la rende una delle destinazioni più visitate non solo in Europa, bensì a livello mondiale. Tuttavia è risaputo il costo spesso proibitivo di una vacanza a Venezia: chi ha programmato una gita di più di un giorno spesso constata l’incidenza elevata dei prezzi di hotel e ristoranti sul budget complessivo. In realtà, come sanno del resto gli abitanti, basta sapere dove andare e cosa frequentare, evitando di rimanere incastrati nelle trappole turistiche. Vediamo dunque di seguito quali sono le cose da fare a Venezia quando si ha a disposizione un budget ridotto, lasciandosi pervadere dall’atmosfera elegante e decadente della città che sorge sull’acqua.

Cosa vedere gratis (o quasi) a Venezia: le chicche da non perdere

Venezia è ricca di storia e folklore, con stili architettonici che si intrecciano per raccontare epoche diverse e quel connubio unico tra sacro e profano che caratterizza la città lagunare. Dopo una visita all’immancabile cuore pulsante, la Basilica di San Marco con ammissione gratuita all’area della chiesa, sono molti altri i punti di riferimento religiosi da non perdere. Tra tutti spicca Santa Maria Gloriosa dei Frari, un complesso massiccio situato in Sestiere San Polo che stupisce per le linee gotiche e l’uso creativo di elementi quali i mattoni. Per soli 3 euro, inoltre, è possibile ammirare all’interno della chiesa capolavori di Tiziano e Donatello. Venezia è una città legata all’acqua e all’ingegno umano: se desideri ammirare come viene realizzata la tipica imbarcazione locale, la gondola, la tappa d’obbligo è lo Squero di San Trovaso. Questa rimessa per le barche risale al XVII secolo ed è uno dei pochi cantieri navali ancora operativi. Ponendosi sul Rio opposto, è possibile ammirare gratuitamente dall’esterno le operazioni nell’edificio che ricorda una casa di montagna, costruito così per rendere omaggio alla provenienza dolomitica dei primi falegnami e del legno. Uno dei punti nevralgici della città di Venezia è il Ponte di Rialto sul Canal Grande, all’ombra del quale sorge un mercato all’aperto perfetto per ammirare da vicino la vita locale nella sua autenticità. Infine, se non vuoi rinunciare all’esperienza di attraversare la laguna, per soli 2 euro puoi approfittare del servizio rapido ma suggestivo di gondola traghetto.

Come godersi le bellezze di Venezia in libertà senza spendere una fortuna

Con quasi 500 ponti nella sola area del centro storico, Venezia è una città da visitare a piedi. Per potersi godere Venezia senza spendere una fortuna risulta indispensabile godere di una notevole libertà di movimento, in modo tale da affrontare i moltissimi ponti (e relativi gradini) della città lagunare di buona lena, evitando così di pagare il costoso vaporetto. Ecco perché è fondamentale poter contare su validi sistemi di depositi bagagli a Venezia: sul sito di Radical Storage o sull’app dedicata troverai i depositi bagagli più popolari di Venezia. Una volta riposti i bagagli potrai partire alla scoperta della città e delle sue specialità culinarie. Un modo per risparmiare mangiando bene è trarre ispirazione dai locali, ovvero andare per bacari. Qui si trovano cicchetti, piccoli spuntini che possono essere molto tradizionali oppure davvero creativi e vengono serviti nei bar popolari. Dai crostini con baccalà mantecato alle polpette di carne: troverai moltissime opzioni, specialmente vicino alle aree di Rialto oppure di Campo Santa Margherita. Da accompagnare rigorosamente a uno spritz o a “un’ombra”, ovvero un piccolo bicchiere di vino della casa, due o tre cicchetti sono spesso sufficienti per spezzare la fame spendendo in tutto meno di cinque euro e sentirsi un vero veneziano.